Vicini o distanti?

Sfide, rinunce e opportunità

in tempi di pandemia 

20/21 novembre 2021

 

“The virus is transmitted through links,

and the human species is human precisely because of links”

“Il virus è trasmesso attraverso i legami,

e la specie umana è umana proprio attraverso i legami” 

                                                   Monica Horovitz (2020)

 

L’Associazione Italiana di Psicoterapia Psicoanalitica per Bambini, Adolescenti e Famiglie (AIPPI) propone una riflessione su come, a seguito della Pandemia, siano cambiate le relazioni interpersonali, interpsichiche e intrapsichiche.

Il Convegno, attraverso il confronto tra le esperienze psicoanalitiche osservative e terapeutiche svolte ‘da remoto’ al tempo di Pandemia, cercherà di favorire un dialogo fra i diversi Attori coinvolti nella cura di bambini, adolescenti e famiglie. Sarà un’occasione per riflettere, in particolare, sulle molteplici riverberazioni che la situazione pandemica ci ha permesso di osservare. Ci proponiamo di coinvolgere non solo i terapeuti, ma gli agenti della cura nelle più varie declinazioni – pediatri, insegnanti, educatori, assistenti sociali – confrontando le diverse realtà che si sono presentate nei vari contesti.

Un approfondimento dei molteplici e spesso inattesi aspetti che abbiamo avuto modo di ‘vivere’ nel lavoro ‘da remoto’, ciascuno nelle sue proprie funzioni, sarà occasione per avviare i cambiamenti negli interventi di cura senza scivolare nelle inevitabili trappole seduttive che il cyberspazio contiene. La Pandemia, con le sue ricadute sociali, soggettive, interpersonali e nella cura, ha comportato, per gli psicoterapeuti dell’infanzia, dell’adolescenza e della famiglia, un aggiustamento e un aggiornamento delle pratiche della cura stessa e una rivisitazione delle teorie di riferimento aprendo anche nuove strade. Le esperienze di Infant Observation online, il lavoro terapeutico da remoto e il prezioso intervento di ascolto psicologico messo in campo durante il lockdown, e non solo, hanno disvelato nuovi scenari relazionali e intrapsichici con i nostri pazienti e con le loro famiglie ma anche importanti riflessioni sul nostro assetto terapeutico.

Durante il Convegno ci saranno alcune ‘suggestioni’ che provengono dal mondo della letteratura e del teatro e che aggiungeranno una nota poetica al materiale scientifico:

“La poesia salverà il mondo”

Walt Whitman (1819-1892)

Area privata