"Bambini in ospedale: un approccio psicoanalitico"

di Franco D'Alberton

Contributi: Stefano Bolognini

Editore: Franco Angeli

Collana: Psicoanalisi psicoterapia analitica

Anno Pubblicazione: 2018

Cosa prova un bambino quando va in ospedale? E quando scopre di avere una patologia cronica? È bene che sappia tutto quel che lo riguarda dal punto di vista medico-sanitario: diagnosi, trattamenti? Possono essergli risparmiati gli aspetti più angosciosi per proteggerlo, nascondendo la reale situazione?
Il libro esplora questi aspetti e approfondisce il vissuto dei genitori quando la malattia entra prepotentemente nella vita di una famiglia mandando in frantumi abitudini, ritmi e progetti di vita. E, ancora, descrive come chi opera in ospedale, in qualsiasi ruolo sanitario, viva il confronto con la malattia e il rapporto con il malato. Soprattutto un malato così speciale, così indifeso come è il bambino.
In questo libro si riversa l'esperienza di uno psicoanalista "senza divano" all'interno di un ospedale pediatrico universitario, dove si applicano gli strumenti teorici e clinici della psicoanalisi nelle diverse aree di intervento che sono richieste da una struttura ospedaliera.
Con un linguaggio rivolto a chi è in contatto con questi temi per professione, studio o interesse personale, il libro illustra il contributo della psicoanalisi alla comprensione delle malattie che hanno un'origine o una componente emotiva: a partire dalle teorie dell'ascolto, del trauma, dei fattori terapeutici, del dolore psichico.
Si descrivono inoltre varie forme di cura: la psicoterapia individuale, la psicoterapia genitori-bambini, la psicoterapia di gruppo, indicando i criteri con cui applicarle. Infine si approfondisce il tema dei gruppi di lavoro. Con questo strumento gli operatori con formazione psicodinamica mirano a favorire l'elaborazione degli aspetti emotivi nelle realtà istituzionali. Perché i bambini e le famiglie in ospedale si sentano ascoltati e sempre più compresi.

Franco D'Alberton, psicologo, psicoterapeuta, psicoanalista, è membro ordinario della SPI e della SEPEA (Società Europea per la Psicoanalisi del Bambino e dell'Adolescente). Dopo aver operato come psicologo clinico nei servizi pubblici per l'infanzia e presso il Dipartimento di Pediatria del Policlinico S. Orsola-Malpighi di Bologna, attualmente esercita la libera professione. È autore di numerose pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali e internazionali.

Indice

Stefano Bolognini, Prefazione
Premessa
Introduzione
Il fattore terapeutico di base
Neonati, dolore, memoria
I diversi tempi del trauma e i passaggi intergenerazionali
La comunicazione della diagnosi: il sottile crinale fra dolore e trauma
La psicoanalisi infantile
Un trattamento psicoanalitico infantile: il cielo d'Irlanda
Le consultazioni terapeutiche genitori-bambini nella prima infanzia
Consultazioni genitori-bambini: la potomania
Prima adolescenza e disturbi somatici funzionali
Le varianze della differenziazione sessuale: i DSD
I gruppi con i genitori, i bambini e gli adolescenti
I gruppi con il personale e la gestione dell'ansia
I gruppi con le Associazioni di volontariato: sul leggere e sui libri in ospedale
Considerazioni conclusive
Bibliografia.

Area privata